1 ottobre 2015

Problemi di rifornimento.

In Italia, angina e infarto uccidono più di qualsiasi altra malattia … Alla base di tali patologie c’è una malattia delle arterie coronarie, vasi sanguigni che riforniscono di sangue il muscolo cardiaco … Le malattie coronariche possono provocare numerosi problemi al cuore, perché causano sempre una riduzione nell’apporto di sangue a tale muscolo … Tali malattie sono tipiche dei Paesi ricchi e dipendono, forse, dallo stile di vita … Sembra che dieta, fumo, sedentarietà e inattività fisica contribuiscano in modo significativo … Il cuore è una pompa muscolare che distribuisce sangue in tutto l’organismo. Si contrae e si rilassa 100 mila volte al giorno e necessita di un buon apporto di sangue. Pompa sangue rosso, ricco di ossigeno e sostanze nutritive, attraverso le grandi arterie … Dopo il prelievo di ossigeno da parte dei vari tessuti, le vene riportano il sangue (scuro e povero di ossigeno) nuovamente al cuore, da dove viene pompato verso i polmoni per arricchirsi, nuovamente, di ossigeno … Le arterie coronarie nascono dall'aorta, principale vaso sanguigno che si diparte dal cuore … In caso di malattie coronariche, le arterie si restringono e il muscolo cardiaco riceve meno sangue e ossigeno di quanto necessiti. A riposo non vi sono conseguenze, ma non appena il cuore prova a lavorare di più, ecco che l’apporto di sangue si dimostra insufficiente e compare un dolore al petto. Basta fermarsi per qualche minuto perché il dolore scompaia … Gli accumuli di grasso sono chiamati placche ateromatose e, via via che crescono, si inspessiscono e indeboliscono la parete arteriosa, riducendo progressivamente il flusso di sangue … tutto questo favorisce la formazione di un coagulo di sangue (trombo) che ostruisce l’arteria … I depositi di grasso nelle arterie si possono sviluppare molto lentamente, in un arco di 20-30 anni, durante i quali non si manifesta alcun sintomo. L’angina, che si presenta con un dolore al petto (solitamente sotto sforzo), diventa evidente soltanto quando almeno una delle arterie coronarie si è ristretta per più del 70% e il flusso sanguigno è ridotto in modo significativo … Un infarto, invece, si verifica quando tale ostruzione è completa e la porzione di muscolo cardiaco sottostante il coagulo improvvisamente non riceve più sangue e ossigeno e comincia a dolere sempre di più. A meno che il trombo non si dissolva spontaneamente (fatto raro) tale porzione di tessuto cardiaco muore entro 5-10 minuti provocando un attacco cardiaco.
(Christopher Davidson --- Angina e infarto ---)


Nessun commento:

Posta un commento

Medicina alternativa 2

Uno degli aspetti più attraenti delle terapie alternative è che il paziente deve partecipare al processo di guarigione , che molto dipende ...